Home News Frank Lloyd Wright, il padre dell’architettura organica raccontato da Idea Biella
Frank Lloyd Wright, il padre dell’architettura organica raccontato da Idea Biella
0

Frank Lloyd Wright, il padre dell’architettura organica raccontato da Idea Biella

0

Scopriamo qualcosa in più su Frank Lloyd Wright. Biografia, opere e lavori dell’architetto; con un occhio di riguardo alla poltrona Barrell, prodotta da Cassina.

Nella nostra ricerca di tutti i migliori architetti e designer del panorama mondiale nella storia, non potevamo non includere un capostipite dell’architettura moderna: Frank Lloyd Wright. Wright è stato infatti non solo un architetto e designer, ma anche urbanista e teorico dell’architettura statunitense. Era talmente influente e le sue idee e opere così apprezzate, tanto che 8 di queste sono state scritte nella lista dei patrimoni dell’umanità.

Volete sapere qualcosa in più su di lui? Facciamo un breve viaggio nella storia di Wright e vediamo meglio una delle sue opere, presente nel laboratorio creativo di Idea Biella, la poltrona Barrell.

Poltrona Barrell Cassina
Poltrona Barrell Cassina

Chi è Frank Lloyd Wright: biografia e l’architettura organica

Frank Lloyd Wright nasce l’8 giugno nel 1867, la sua formazione fu altalenante ma la passione per le forme geometriche, l’architettura e la natura furono da sempre (o quasi) uno dei suoi punti di riferimento con i quali crebbe e maturò a livello professionale e umano. Molto legato alla madre e con un rapporto difficile con il padre, segue gli studi di ingegneria all’Università del Wisconsin e inizia a lavorare in alcuni studi professionisti.

Nel 1909 lascia la famiglia per recarsi in Europa con la sua compagna, recandosi tra gli altri posti a Firenze e a Fiesole. Rientrando dall’Europa continua i suoi lavori e progetta e realizza per lui e la sua compagna il complesso noto come Taliesin.

Dopo la tragedia dell’uccisione dell’amata e dei suoi due figli nel 1914, Wright ne rimarrà profondamente sconvolto e pochi anni dopo lascerà gli Stati Uniti alla volta del Giappone (luogo di molti suoi viaggi). Aprì uno studio a Tokyo dove rimase per circa 6 anni prima di tornare in America.

Morì a Phoenix il 9 aprile il 1959.

Wright fin da subito lavorò sul rapporto tra individuo e spazio architettonico e natura, da qui nascono infatti i pilastri dell’architettura organica: per lui la mera ricerca estetica non era l’obiettivo dell’architettura, così come ogni società dovesse essere indipendente da ogni imposizione esterna contrastante con la natura dell’uomo. Si deve creare un’armonia tra uomo e natura, facendo convivere prodotti artificiali con le linee dell’ambiente circostante per dare vita a un unico organismo, connesso e in equilibrio.

Poltrona Barrell e altre opere

La poltrona Barrell
La poltrona Barrell

Tendenzialmente le opere di Frank Lloyd Wright si concentrarono sulla progettazione o ristrutturazione di case, cottage e appartamenti. Ci furono anche alcuni allestimenti, la progettazione di fontane e giardini.

Tra gli elementi di arredo vogliamo tuttavia porre l’attenzione sulla poltrona Barrell, dalle spiccate influenze orientali e giapponesi in particolare. Si tratta di una sedia-poltroncina realizzata in legno massello dalla notevole complessità tecnico-costruttiva. Il modello venne progettato nel 1937 da Frank Lloyd Wright a compimento del progetto iniziale del 1904 e prodotta da Cassina. Il modello è, come già detto, davvero complesso nella realizzazione ed è composto da ben 37 pezzi uniti a regola d’arte e tutti gli incastri sono realizzati dallo stesso legno massello.

Fonte foto: https://www.cassina.com/it/it/prodotti/barrel-barrel-taliesin.html

Frank Lloyd Wright, il padre dell’architettura organica raccontato da Idea Biella ultima modifica: 2022-05-11T11:53:37+02:00 da Redazione