Home News La storia di Driade: fra filosofia d’avanguardia e amore per l’arte
La storia di Driade: fra filosofia d’avanguardia e amore per l’arte
0

La storia di Driade: fra filosofia d’avanguardia e amore per l’arte

0

Driade è un marchio fra i più importanti e conosciuti per quanto riguarda l’arredamento e il design italiano.

Nato negli anni Sessanta, Driade col tempo si è imposto nella cultura non solo come brand al passo con l’evoluzione del design italiano e internazionale, ma anche come sinonimo di bellezza e arte, sempre con l’obiettivo di sensibilizzare sempre di più appassionati e non solo.

Driade: la storia del brand fra mobili e design

La storia di Driade comincia nel 1968 a Piacenza grazie all’iniziativa di Enrico Astori, Antonia Astori e Adelaide Acerbi, un gruppo unito dall’amore per l’arte dell’arredamento e del design e accumunato da un intento chiaro e ben preciso: dare vita a un vero e proprio laboratorio estetico che sia continuamente in progress.

L’idea è quella di garantire un continuo aggiornamento in linea con le tendenze le mode del momento, ma che sia anche in grado di anticipare i tempi, promuovendo dunque quel binomio indissolubile che tiene uniti passione e tradizione.

E le premesse diventano subito realtà, tant’è che negli anni Settanta comincia già a prendere piede il grande successo del brand; fino ad arrivare al 1983, quando Driade pubblicherà il primo manuale di arredo, che sarà distribuito in tutte le edicole. Non un caso, anzi, ma un preciso segnale di come l’azienda non si sia mai voluta limitare alla semplice creazione, ma di come abbia sempre cercato di estendere il proprio raggio di azione diventando un punto di riferimento per consigli, idee e filosofia.

Gli anni Ottanta e la svolta internazionale

Gli anni Ottanta sono anche quelli della svolta internazionale, e di quando la storia dell’azienda incrocia quella di Philippe Starck, ma anche di Tusquets, Littmann, Toyo Ito, Sejima, Pawson, Bellini e tanti altri nomi che influenzeranno profondamente l’evoluzione dell’ideologia dietro al brand, dando vita a una serie di correnti differenti ma in grado di intrecciarsi in un ambizioso unico progetto multiforme.

Un successo immediato, quello riscosso dai primi cataloghi in commercio di Driade: sedie di design, tessuti diversi, tappeti, mobili di classe e prestigio e di un uso cosciente dei materiali, riguardo ai quali non si può non citare Borek Sipek, artista che darà vita a un filone neobarocco tramite l’uso di legni pregiati, vetri soffiati, oro e argento.

sedia Driade
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/driadespa/

Dagli anni Novanta a oggi

L’apertura al mondo dei giovani era da tempo nei progetti del team, e finalmente nel 1995 è la volta di Driadestore, un catalogo di oggetti, mobili e arredamento dedicato ai più giovani, e dunque caratterizzati da un costo più basso e una forte attenzione alla semplicità. Fra i più grandi collaboratori ci saranno Miki Astori, Haberli, Philippe Starck e tanti altri ancora.

Oggi Driade, passata nel 2013 a Italiancreationgroup, è diventato uno dei simboli storici dell’eccellenza del design nostrano, nonché uno dei brand di riferimento del mondo dell’arredamento, sempre in continua evoluzione anno dopo anno.

La filosofia di Driade: mobili che parlano il linguaggio della bellezza

La storia di Driade è amore, ma soprattutto studio e consapevolezza. Una filosofia che si potrebbe riassumere in poche righe:

«produrre mobili e arredi come individuali oggetti d’autore secondo logiche proprie del collezionismo: è così che si è sviluppata Driade come fabbrica d’autore».

Principio fondamentale dell’azienda senza ombra di dubbio è la ricerca della bellezza nell’abitare. Qui non si parla di semplici mobili per la casa o per l’esterno e di oggetti fashion e all’avanguardia, ma di coniugare l’idea della bellezza con il quotidiano, e di regalare dunque un miglioramento della qualità di vita di chiunque sceglie Driade.

La creatività è senz’altro il motore dell’azienda, quella spinta vitale che fa sì che ogni anno vengano ideati e prodotti dei pezzi unici per eleganza, eclettismo, curiosità e stravaganza, con un orecchio teso alle esigenze del consumatore tipo per plasmare le idee in forma.

Divano Driade
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/driadespa/

Driade: il catalogo per l’arredamento dei tuoi sogni

Da Driade i divani, le sedie, i mobili e i vari oggetti per l’arredamento degli interni e degli esterni vanno a formare un catalogo che si esprime in diverse forme d’arte, dal classico al barocco, fino a una matrice di stampo avanguardistico.

Chi sceglie Driade, sceglie di intraprendere un viaggio verso la qualità, che comincia da un determinato prodotto per terminare nella reale soddisfazione di tutte le esigenze del cliente.

Se siete in cerca di consulenze, siete curiosi di scoprire qualcosa di più o volete essere guidati alla scoperta del mondo di Driade, qui da Idea troverete il supporto che state cercando. Per cominciare un viaggio verso la vostra dimensione ideale, cavalcando l’onda del comfort e della bellezza.

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/driadespa/

La storia di Driade: fra filosofia d’avanguardia e amore per l’arte ultima modifica: 2018-01-11T18:09:20+02:00 da Redazione